LA BIBLIOTECA CHIUDE

Riportiamo l’articolo scritto dall’amico Leonardo Mattioli su “Centritalianews” [http://www.centritalianews.com/] e lo ringraziamo

 

Di Leonardo Mattioli

Se ne parlava da tempo ma nessuno si aspettava che la sede della biblioteca dell’associazione culturale “SarteanoViva” potesse essere “sfrattata” in tempi brevi. Invece così non è stato e Sarteano rischia di perdere un notevole “polo culturale” portato avanti da nove anni dall’associazione “SarteanoViva”, nata dalle ceneri dell’associazione “Amici della Biblioteca” , e che è fornita di ben 5 mila volumi , frutto soprattutto di donazioni, dati in prestito gratuito a tutti con l’obiettivo di incrementare la cultura. Nei giorni scorsi il nuovo proprietario dei locali di Piazza XXIV giugno , dati all’associazione culturale a titolo gratuito,    ha informato che la sede deve essere sgomberata perché venduta. E ora che succede per l’associazione?. Ne parliamo con il vicepresidente Andrea Scordino e la tesoriera Paola Paroglio durante un pausa del lavoro di sgombero con gli scatoloni (nella foto).

D.Che accade? Ho sentito parlare di chiusura della Biblioteca dell’Associazione ma sappiamo anche che il paese è con voi.

R.“ Purtroppo è così dopo nove anni ci “sfrattano” e con le nostre scarse risorse economiche questo potrebbe comportare una chiusura definitiva . Comunque ci consola vedere come il paese sia con noi perché è un implicito riconoscimento di quanto siano state apprezzate le nostre iniziative . L’Associazione, oltre agli interventi di beneficenza ed alla promozione del tavolo della Solidarietà, ha realizzato serate al teatro collaborando con gli Arrischianti, il cinema estivo all’aperto, i tornei di burraco per incrementare la socializzazione. Purtroppo il rischio che si debba chiudere definitivamente c’è dato che la Biblioteca di Piazza XXIV giugno ha finito per costituire un po’ la “Sede” dell’Associazione. Con la biblioteca  abbiamo messo a disposizione dei paesani oltre 5 mila volumi in prestito gratuito e, utilizzando il sistema del “book crossing”, abbiamo incrementato la voglia di leggere un libro anche in quelli che trovano una certa resistenza ad entrare in una biblioteca. Per i più piccoli, poi, oltre ad una ricca scelta di libretti adatti alla loro età, abbiamo organizzato letture di fiabe e racconti e la comunicativa della nostra Paola Paroglio li ha sempre incantati”.

D.Quindi avete utilizzato i locali della biblioteca anche con altre iniziative ?.

R.“Si, in effetti non disponendo come Associazione di altri spazi , abbiamo organizzato incontri creativi con i bambini , abbiamo presentato libri. Proprio recentemente abbiamo incontrato un autore e un professore dell’Università di Siena per una “conviviale” dedicata a un libro. Nel nostro sito www.sarteanoviva.it abbiamo pubblicato periodicamente recensioni e suggerimenti per un buona lettura. Insomma abbiamo cercato di realizzare non soltanto un luogo piacevole dove scambiarci opinioni e idee sulla lettura, ma anche uno spazio culturale aperto a tutti . Certo il nostro sogno sarebbe quello di affiancare, alla biblioteca come tale, una emeroteca dove gli anziani del paese possano trovare i giornali e discuterne, una ludoteca per i bambini … diciamo che pensiamo in grande!”

DSCN2441