Sarteano racconta

Con la pubblicazione degli ultimi due volumetti (“Memorie di un ragazzo” di Mario Brogelli e “Di uomini e paperi” di Massimo Paterni) si è completata la prima serie di “Sarteano racconta”.
La finalità che ci siamo posti come Associazione Culturale SarteanoViva, realizzando questa iniziativa in collaborazione con le Edizioni Centritalia di Leonardo Mattioli, è stata quella di cercare un modo, creare uno spazio per dare vita alla parola scritta, per dare voce alla comunità che nasce e cresce attorno alla voglia di conoscere, al piacere di leggere, di essere informati.
Per non disperdere un patrimonio di conoscenza e di informazioni che ormai nel paese sono di pochi intellettuali e anziani.
Per raccogliere gli aneddoti, le storie che fanno di un paese un luogo vivo che non perde e non rinnega quello che è stato, la sua memoria grande o piccola che essa sia.
Da ciò l’idea di preparare, con la collaborazione di tutti, in particolare degli “anziani” del paese, questa collana di libretti che, sotto il titolo di Sarteano Racconta, ci permetta di mettere nero su bianco le tante storie e leggende che non possono e non devono essere dimenticate, in quanto patrimonio di tutti da non disperdere.

 

 

 

 

 

Il corredo della sposa – paola paroglio

I problemi di una famiglia benestante di Sarteano, legati al corredo per una futura sposa compromesso dal duplice passaggio di Garibaldi
Sullo sfondo c’è l’Italia del Risorgimento, degli anni che videro nascere una nuova coscienza, un movimento di libertà e di unità.
I fatti che determinarono tutto ciò, non si ha la pretesa di affrontarli storicamente, ma di trattarli con leggerezza e fantasia, fornendo in tal modo alcuni aspetti umani di un così fondamentale momento dei nostri faticosi passi verso la democrazia, arricchendoli comunque con dati conservati negli archivi storici del paese.

 

 

 

 

 

L’itinerario di Sigerico – andrea scordino

Il viaggio di due pellegrini sulla Vi a Francigena è anche l’occasione per dare uno sguardo su realtà medievali toscane e non.
Lo spunto del libretto nasce dalla recente approvazione, da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della variante alla Via Francigena attraverso il territorio di Sarteano; per la nostra comunità una straordinaria occasione di crescita e di sviluppo.

 

 

 

 

 

L’abate di Spineto – salvina maria ingo

Nella cornice della splendida Abbazia di Spineta il tormentato soggiorno di un uomo alla ricerca del senso della sua vita sentimentale.
Sullo sfondo la bellissima Abbazia di Spineto, che nel periodo aureo del monachesimo, ha rappresentato un modello di governo spirituale e civile, grazie all’ordine Vallombrosiano osservante la regola benedettina.
L’Abbazia venne, poi, affidata ai Cistercensi fino alla loro soppressione nel 1783 e dal 1830, dopo essere sopravvissuta come villa-fattoria gestita da conversi, l’Abbazia comincia a entrare nella proprietà di privati, che si susseguono numerosi.
Gli attuali proprietari, dopo un attento restauro, hanno destinato l’abbazia ad attività congressuali e di formazione.

 

 

 

 

 

Magia di un castello – paola paroglio

Il ritrovamento delle rovine del castello medievale, che probabilmente ha dato il nome a Castiglioncello del Trinoro, è l’occasione per un romantico viaggio di una coppia di giovani milanesi
Nell’ambientazione del libretto c’è il ritrovamento, grazie a ripetute campagne di scavo, di un castello da cui sicuramente deriverebbe il nome del borgo – Castiglioncello del Trinoro – e per il quale esistono tradizioni orali e scritte.
Si tratta, infatti, di un castello attestato dalle fonti scritte (la prima menzione del castello stesso è riferita al 1117), che molto probabilmente si estende su tutto il pianoro.
Pertanto, grazie all’attento lavoro di scavo condotto dal Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti dell’Università degli Studi di Siena, in accordo con la Soprintendenza Archeologica della Toscana, sono emersi i resti di questa antica fortificazione in uso sin dalla fine dell’XI secolo.
Gran parte del merito della scoperta va però riconosciuto a “The Marie Mazzone Center for the Arts and Humanities Srl” fondato dall’avvocato statunitense Michael Cioffi che, con il via libera dell’Amministrazione comunale di Sarteano, ha finanziato i lavori di recupero.
Va altresì riconosciuto a lui la rivitalizzazione del borgo, che ha finalmente recuperato le notevoli attrattive turistiche che merita.

 

 

 

 

 

Memorie di un ragazzo – mario brogelli

Due sguarci del passaggio della seconda guerra mondiale da Sarteano visti con gli occhi ingenui e il cuore di un ragazzo del paese
Sullo sfondo del libretto c’è la storia delle seconda guerra mondiale vista con gli occhi e con il cuore di un nostro concittadino.
Il testo de “Un paese, una vita” è tratto, per gentile concessione dell’autore, dal libro “Sarteano – un paese una vita”, mentre “Il soldato biondo” è un inedito racconto dell’autore stesso.

 

 

 

 

 

Di uomini e paperi – massimo paterni

La “leggenda” diffusa in Sarteano, peraltro raccolta dalla stampa nazionale sulle origine del nome italiano del personaggio disneyano Scrooge McDuck, (l’amatissimo Paperon de Paperoni), legata alla presenza in paese di un palazzo del vescovo Paparonus de Paparonis, inserita in un divertente racconto

Stiamo, comunque, lavorando alla seconda serie per la quale ci auguriamo la partecipazione di quanti vogliano fornire il loro contributo di conoscenze …. magari attinte dai vecchi nonni !