Incantatorta 2012 – Cento ringrazia

Come avevamo stabilito ad agosto, i 2.865 euro raccolti in occasione della manifestazione Incantatorta 2012, in pieno accordo con il Sindaco e la nuova Giunta di Sarteano, sono stati donati al Comune terremotato di Cento per l’acquisto di materiale di arredo per le loro ricostruite scuole, che ovviamente necessitano di tutto.

Il Sindaco Dott. Piero Lodi e il consigliere Massimo Mattioli hanno invitato una rappresentanza della nostra Associazione SarteanoViva e del Comune di Sarteano ad una commovente manifestazione, insieme ad oltre 500 rappresentanti di Istituzioni, Associazioni e volontari che hanno contribuito e contribuiscono alla rinascita di quel martoriato paese.

Alla manifestazione, tenutasi a Cento il 27 ottobre scorso, hanno partecipato Paola Paroglio e Andrea Scordino, per la nostra Associazione, e Marco Costantini e Mirco Del Buono per il Comune.

Come ricordo, abbiamo donato al Sindaco Lodi una targa, elaborata da Fabrizio Rocchi de “Il Volo”,

 

e alla Presidente della Provincia di Ferrara Marcella Zappaterra una raccolta dei nostri libretti “Sarteano racconta”,

 

Durante la manifestazione sono stati proiettati commoventi foto e filmati sulle conseguenze del terremoto e  il coro Monterosa  della Associazione Nazionale Alpini, che – tra le tante accorse a Cento – si è distinta per la generosità e la quantità degli interventi.

A ricordo della nostra partecipazione, infine, Paola e Marco sono stati invitati a “imprimere” il calco della loro mano in una formella di argilla fresca, che – una volta trasformata in ceramica – andrà a formare, insieme ad altre 2.500 “mani” il perenne ricordo di quanti hanno voluto dare, per l’appunto, una mano nella rinascita di Cento; il monumento sarà collocato nel campo ove erano state installate le tende del primo intervento della Protezione civile e degli Alpini.

Per concludere e per sottolineare come si può reagire di fronte ad un dramma terribile come un terremoto, riportiamo la foto del plesso scolastico che è stato realizzato in soli 90 giorni con maestranze, anche di extracomunitari, che si sono prodigati in tre turni di 8 ore, ventiquattro ore su ventiquattro, pur di consentire ai ragazzi di Cento il ritorno ad una normalità.